sabato 10 ottobre 2009

Dalla rete Internet all'impianto Hi-Fi

Riepilogando, abbiamo visto che qualche effetto positivo l'alta definizione ce l'ha, che i dischi HD (SACD o DVD-Audio) sono in via di estinzione per i noti motivi, che in rete si comincia a trovare musica in alta definizione (digitale e di qualità superiore al CD), che non è tanto facile ascoltarla in alta definizione sul PC sul quale l'abbiamo scaricata.

La nuova domanda alla quale cerchiamo di rispondere quindi è: come si porta la musica in HD dalla rete all'impianto Hi-Fi?

Escludendo i fortunati possessori dei pochissimi (due, al momento) lettori multistandard in grado di leggere direttamente file in formato FLAC, l'unica strada percorribile è il trasferimento su un DVD e l'utilizzo come sorgente di un lettore DVD di adeguata qualità.

Vediamo in breve come sono andati i test che abbiamo fatto.

I siti
La musica è stata scaricata dai due siti che presentano al momento un catalogo più completo: HDTracks e Linn Records. Su questi e su altre fonti di musica digitale HD abbiamo già pubblicato un post.

HDtracks
Il primo sito è una iniziativa della nota etichetta discografica Chesky Records, ma presenta molte altre etichette interessanti, tra cui la ECM. La maggior parte del materiale è in qualità CD ma è disponibile molta buona musica in formato SACD (riconvertita in PCM 88,2/24) e DVD-Audio PCM 96/24. La conversione in 88,2/24 è necessaria per poter ascoltare la musica anche sui PC, dove il formato SACD DSD solitamente non è supportato (tranne i recenti Sony Vaio). Non è al momento disponibile musica in formato 192/24.

Il sito teoricamente è accessibile solo per cittadini USA ma, come ci ha fatto notare un gentile visitatore, non viene effettuato il controllo se si passa subito al checkout con PayPal (non si sa le è una svista o la cosa è voluta) e quindi si possono acquistare tranquillamente brani o album interi.

I prezzi sono differenziati per qualità CD e alta definizione, in questo secondo caso arrivano a 18 $ circa (il solito 17,98 secondo le abitudini USA) per un intero album e 2,5 a brano. Sfruttando il cambio favorevole (forse è per questo che è disponibile solo per gli USA, i discografici di solito vogliono allineare i prezzi) la spesa si riduce a 12-13 € per album che è sempre un po' alta per musica "liquida", ma accettabile.

Comunque con l'album intero (per il download ci vuole un po': può essere ben oltre il GB) arriva anche la copertina e il booklet completo. Per ricrearlo completo (pieghevole eccetera) servirebbe però un centro stampa o una attrezzatura casalinga discreta (tipo stampante laser a colori). Se è questo l'obiettivo conviene controllare quanto costerebbe acquistare l'album su supporto fisico, se è disponibile.

Linn Records invece è in Europa (UK) ed è accessibile dall'Italia in modo regolare. Anche i prezzi sono regolari e quindi piuttosto alti. Si arriva a 23 € per un album completo in alta definizione e a 3, 5 o anche 11 € per brano (dipende dalla lunghezza). Anche qui viene spedito il booklet e tutto il resto, completo addirittura di matrice colore per la tipografia.

Sono disponibili anche album alla massima risoluzione possibile al momento (loro la chiamano Studio Master), vale a dire 192KHz e 24 bit e, come già scrivevo in precedenza, il catalogo è più ridotto e specializzato rispetto ad HDtracks.

Il trasferimento su DVD
Diciamo subito che si può puntare sia al formato DVD-Audio competo sia a creare un DVD solo audio. La qualità non cambia e dipende solo dalla traccia audio del DVD. nel secondo caso il dischetto sarà leggibile da qualsiasi lettore DVD e non solo da quelli di ultima generazione, ma occorre fare attenzione alle specifiche. In molti casi i convertitori arrivano solo a supportare la frequenza a 48KHz e quindi non si può sentire in pieno il vantaggio della musica in definizione 96/24 (e meno che mai 192/24).

Di programmi ne esistono diversi, ma dai test che abbiamo fatto o dalle recensioni in Internet quelli effettivamente usabili al momento sono tre:
  • free (licenza GNU): un programma veramente minimalista chiamato Lplex. Fa una sola cosa, crea un disco DVD solo audio (schermo nero) partendo da musica in formato FLAC 48/24 o 96/24. In uscita genera solo dischi in formato 96/24 sotto forma di file immagine (ISO) che poi bisogna masterizzare. Attenzione: è talmente minimale che per l'ordine dei brani utilizza un solo criterio: l'ordine alfabetico per nome. Quindi occorre premettere 01, 02, 03 ... Comunque è semplice ma funziona.

  • a pagamento (45 $): DVD Audio Solo di Cirlinca. E' un software di authoring completo ma di facile uso. Si può creare un DVD Audio con anche il supporto delle immagini oppure in alternativa un DVD universale e fare anche altre cose, per esempio leggere DVD Audio acquistati o registrare audio e trasferirlo su DVD Audio (o DVD). Supporta in ingresso anche i formati che Lplex non accetta (88,2 dei SACD o 192) ma in uscita arriva solo sino al 96/24 anche se questa limitazione non è evidenziata né nel manuale né sul sito. E' possibile scaricare la versione trial di durata 30 giorni e 5 album completi (ma senza limitazione di numero per dischi di prova sotto ai 700 MB). Il programma può masterizzare direttamente il DVD o creare un file ISO.

  • a pagamento (69 €): DiscWelder Bronze di Minnetonka, per ambiente Mac e ora anche Windows. E' il modello base di una vasta gamma di prodotti audio professionali ed è ovviamente molto completo (non l'ho provato) supportando in uscita anche il 192/24 e includendo funzioni quali la conversione da DSD (il formato dei SACD) a PCM. Non è disponibile una versione trial. Bisogna comprarlo a scatola chiusa, ma è un software ben noto nell'ambiente professionale Mac.
Il risultato è buono in entrambi i primi due casi (e sicuramente anche nel terzo): con pochi passi e senza impazzire per leggere le istruzioni o i siti (non se qualcuno in ascolto ha mai provato a creare un film in DVD) si ottiene un album che il lettore DVD legge senza problemi e si può immergersi nella musica.

Gli album del test
I dischi sui quali ho fatto il test sono ancora di jazz cantato (Christy Baron in questo caso, Take This Journey è il suo ultimo disco, 96/24), moderno jazz mainstream (Alyn Cosker, un batterista che incide per la Linn Records e che non conoscevo, sempre 96/24), classica da camera (concerti per oboe e archi di Mozart, 88,2/24 di provenienza SACD PentaTone) e classica per orchestra (il terzo concerto di Beethoven nella esecuzione della Scottish Chamber Orchestra, questo era 192/24, il pianista è un giovane pianista portoghese, Artur Pizarro, i grandi nomi non sono frequenti nelle etichette audiophile).

In tutti i casi il risultato è più che buono, eccellente per la resa del piano di Pizarro, anche se non ho potuto effettuare confronti con le stesse incisioni in qualità CD, ma occorre notare che sono state tutte evidentemente registrate già in alta definizione, quindi è necessario un "downgrade" per inciderle su CD, operazione che non può che abbassare la qualità.

E se li comprassimo già pronti?
In Internet i dischi si possono anche comprare e farseli spedire. Bisogna pagare qualcosa per la spedizione, avere un "fermo posta" sicuro (tipo le case con portiere, un genere in via di estinzione) e un po' di pazienza (un po' di più dagli USA). Esiste per i titoli disponibili su Linn Records o HDtracks questa alternativa?

Per Linn Records no, la etichetta inglese pubblica solo su CD e vinile, e quindi l'unica possibilità di acquisire le incisioni in qualità "studio master" e il download, il che dovrebbe giustificare l'alto prezzo (i CD corrispondenti costano 18-20 € sul catalogo online, a cui però dovrà essere aggiunto il costo di spedizione).

Chesky Records e le altre etichette presenti su HDtracks hanno anche, ma non sempre, le corrispondenti incisioni disponibili su supporto fisico. Ad esempio il disco di Christy Baron che abbiamo selezionato è disponibile solo su CD, mentre il precedente Steppin' era stato pubblicato anche su SACD (ma in multicanale, non è chiaro se ci fosse anche una traccia stereo, penso di no, comunque è un SACD ibrido). Altri album, ad esempio di Ana Caram o Rebecca Pidgeon (altre interpreti ben note nel circuito "audiophile" e di spicco per questa label) sono disponibili sia in CD sia in SACD (e ovviamente anche in download, in formato 96/24). Il costo? E' di poco superiore, circa 20 $ (il solito 19,98) contro i 18 del download, ai quali bisogna aggiungere però il costo di spedizione. Da notare che Chesky ha pubblicato quasi solo in formato SACD, poco o nulla su DVD-Audio.

Quindi riassumendo, come titoli in alta definizione la scelta è più ampia nella soluzione download, e la differenza non potrà che allargarsi nel tempo. Se però vi interessa proprio quel disco ed è disponibile già su supporto fisico, il mio consiglio è di acquistarlo già pronto.

In sintesi ...
... cosa vogliamo fare con questa musica ora disponibile in alta definizione? Acquistare solo questa perché è in alta definizione? O acquistarla solo se ha una qualità artistica superiore a quella disponibile su CD? Nel secondo caso (che sarebbe il più corretto) ne acquisteremo ben poca, sino a che le majors non decideranno di puntare all'alta qualità (se mai lo faranno).
E ancora, per noi è importante avere un disco fisico con una bella copertina e un bel libretto stampato su buona carta, o ci interessa solo quello che sentiamo?
Nel primo caso è consigliabile ricorrere alla musica liquida solo quando proprio il supporto fisico non è disponibile, per quanti sforzi si facciano, il dischetto e il suo contenitore rimarranno sempre "artigianali".

Nel secondo caso il percorso che abbiamo individuato, con la utility free Lplex, o con il più versatile prodotto DVD Audio Solo per un uso più frequente o che include anche formati diversi dal 96/24, che peraltro è il più diffuso.

3 commenti:

  1. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  2. ci sono anche le incisioni Deutsche Grammophon in flac 96/24

    RispondiElimina
  3. Corrado: effettivamente nella scheda associata alle nuove uscite (una finestra di pop-up che si apre cliccando sul brano) spesso è indicato che la registrazione è a 24 bit e 96 KHz. La versione per il download in formato FLAC è 16/44,1. Per sincerarmene senza ombra di dubbio ho acquistato un album (i trio di Rachmaninov e Tchaikovsky eseguiti da Lang Lang, Pepin e Maisky) ed ho avuto conferma che il FLAC è in questa risoluzione. Evidentemente è una scelta della DG (discutibile) anche quando il master è in alta risoluzione. Da notare anche che in FLAC, e quindi a qualità CD si può acquistare solo l'intero album (in questo caso costava ca. 13 €) e non i singoli brani. I singoli brani sono disponibili solo in MP3 a 320)

    (che di solito prevede per forza l'acquisto dell'album

    RispondiElimina