mercoledì 28 ottobre 2009

Ascoltiamo la musica in Flac

Quasi tutto il materiale in alta definizione o in qualità CD disponibile in rete è in questo formato, free lossless audio codec, uno standard piuttosto, recente, free, lossless (senza perdita di informazione) e in grado di supportare anche campionamento a 24 bit e frequenza fino a 192KHz, in altre parole, lo stesso livello di qualità dei master realizzati in studio di registrazione.
L'unico svantaggio che ha il formato FLAC è che non è supportato da tutti i software presenti sui PC per la lettura, dai masterizzatori per il trasferimento su disco, dai lettori DVD multiformato da casa.
Facciamo il punto della situazione ad oggi, ben consci che è in continuo movimento e che quindi questo post è destinato inevitabilmente a diventare obsoleto in breve tempo.

Lettori PC
Pochi problemi. Il popolare lettore Winamp supporta Flac, un altro lettore di ultima generazione che lo supporta è MediaMonkey, un altro prodotto con ottima reputazione, sempre gratuito, è Foobar2000. Da ricordare sempre che per un ascolto in vera alta definizione su PC è necessario che la scheda audio sia a 24 bit (cosa niente affatto scontata) e che la frequenza massima supportata sia superiore ai 44,1KHz, ed impostare correttamente questi valori, altrimenti si ascolterà a qualità CD (comunque superiore a MP3, ammesso che la qualità della scheda consenta di apprezzare la differenza). Ad esempio il mio notebook attuale, un HP piuttosto recente, gestisce l'audio a 24 bit ma solo sino a 48KHz. Da valutare attentamente anche la qualità e il rumore di fondo della scheda audio, specie nei notebook. Per ridurre al minimo questi fenomeni, sui sistemi operativi sino al XP è necessario disabilitare il "mixer" di Windows (vedere nei numerosi forum come agire), mentre con Vista o Windows 7 non è necessario, ma bisogna ricordarsi di eliminare, nella configurazione audio di default del pannello di controllo, i cosiddetti "miglioramenti audio".

Masterizzatori

Per il trasferimento in DVD Audio  o DVD universale rimando al precedente post. Ma se vogliamo semplicemente trasferire in formato CD  per ascoltare la musica in auto o in un formato compatibile per ascoltarla su iPod?
Il più diffuso masterizzatore, Nero della Ahead supporto il formato Flac dalla versione 6, richiedendo però la installazione di appositi plug-in reperibili in rete gratuitamente, almeno sino alla versione 7. Il principale concorrente di Nero, Easy CD Creator della Roxio, è in grado anch'esso di effettuare al volo la conversione da Flac al formato Wave (quello dei CD). Alcuni lettori (in realtà sono molto di più, veri e propri media player) come ad esempio Foobar2000 includono anche la funzione di masterizzazione.
Naturalmente si otterrà un CD standard, non un disco ad alta definizione.

Una strada alternativa è la conversione preventiva da Flac a Wave (o .Wav). Questa è anche la strada che consente il caricamento su iTunes e quindi su iPod.

I già citati Media Monkey e Foobar2000 possono svolgere anche questo compito.
In tutti i casi con pochi passi, familiari a chiunque armeggi con file audio su PC, si ottiene il risultato. Senza dover combattere, vantaggio non da poco, con lacci e lacciuoli imposti dai vari sistemi DRM. Ricordo a questo proposito che anni fa ho acquistato come test un brano dal sistema e-commerce di Alice (ora sparito) e non sono letteralmente riuscito ad ascoltarlo, se non dopo numerosi tentativi e aggiornamenti dei vari lettori, che avrebbero scoraggiato qualsiasi utilizzatore poco o mediamente esperto (o paziente).

Lettori DVD
Già ho detto che al momento nessun lettore di prezzo terreno supporta direttamente il Flac. E' iniziata però finalmente la distribuzione (in USA) del nuovo lettore Blu-ray e DVD di Oppo, il modello BDP-83 che supporta (a quanto mi hanno scritto dalla stessa Oppo) anche il formato Flac, in aggiunta agli altri standard di compressione. Costa in USA ca. 500 $ (i soliti 499) e quindi dovrebbe costare da noi (temo) intorno ai 500 € (ma comprarlo in USA non conviene per i ben noti problemi di diversa frequenza di rete). In ogni caso un prezzo più che ragionevole, se rapportato alle prestazioni e funzionalità eccezionali.


Si tratta del modo più comodo per ascoltare la musica "liquida" in formato Flac. Basta copiarla su una pen-drive e collegarla alla porta USB del lettore (tutti i migliori modelli di ultima generazione ce l'hanno).
Per ora bisogna passare per la conversione che ho già illustrato.



(L'immagine si riferisce ad un'altra cantante della "scuderia" Chesky, la nota etichetta audiophile: Rebecca Pidgeon, i cui dischi sono disponibili per il download digitale in alta definizione)

5 commenti:

  1. Niente da fare per il nuovo modello Oppo in Europa. Mi hanno scritto dalla stessa Oppo (la notizia è comunque in rete da ieri) che la versione europea del BDP-83, che si sarebbe chiamata BDP-831, non sarà più messa in commercio.
    Le motivazioni sono indicate qui: http://www.oppostore.co.uk/
    La motivazione addotta è in sostanza la impossibilità di dare un servizio adeguato ai troppi clienti in attesa di un modello dall'eccezionale rapporto qualità / prezzo. Visto che però questo lettore è regolarmente in vendita in USA è più probabile che il blocco sia dovuto a diktat delle case cinematografiche contro un oggetto più versatile e meno bloccato rispetto ai vari "codici regionali" rispetto ai modelli commerciali. Nel comunicato si accenna infatti anche diplomaticamente a "language barriers and shipping costraints". Un vero peccato. Ovviamente è possibile l'acquisto in USA per chi sappia destreggiarsi tra trasformatori e "region free".

    RispondiElimina
  2. Anonimo9/3/10

    Io uso lettore Samsung YP-R0 che legge appunto i Flac. L'ho collegato a un Marantz 6003 con buon cavo e devo dire che la resa è ottima. Ho settato su normale il DNS-equalizzatore in modo aver un segnale pulito da inviare all'ampli, i CD originali li ho rippati in Flac con Grip, un programma Linux. Certo non è un Oppo, però è più comodo del cd e non fa schifo come la resa audio del'ipod.

    Edoardo Bettelle

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anonimo5/11/14

      Scusa, come lo hai collegato al Marantz? Su quale porta?

      Elimina
  3. Si tratta di un lettore compatto per uso in mobilità, a quanto ho visto. E' una alternativa alla quale proprio non avevo pensato. Il fatto è che i circuiti di uscita analogica per questi apparecchi sono integrati su un chip e soprattutto includono un pre molto semplificato (il volume per la cuffia). Due elementi che di solito sono guardati con orrore dai cultori dell'alta fedeltà. Poi magari all'atto pratico funziona bene lo stesso (vedi la lezione del T-Amp). Interessante comunque che abbia il supporto del formato Flac, anche soltanto per l'uso primario in cuffia.
    Riguardo all'iPod, non ho esperienza di connessione all'impianto ma ho letto diversi articoli sull'iPod e sulle varie dockstation proposte a questo scopo pubblicati da Marco Benedetti su Audio Review, che sostenevano l'eccellenza del lettore Apple per questo scopo. Magari se sei interessato puoi trovare qualche notizia utile sulle varie modalità di collegamento.
    Grazie del contributo e ciao

    RispondiElimina