sabato 8 dicembre 2012

Hyperion in HD

Interessanti novità da Hyperion. Da una nuova sezione "studio master" è possibile ora scaricare materiale in qualità HD ad un prezzo base per album di 9-10 € circa. Rimane sempre disponibile la qualità CD a prezzo inferiore. Simpatica anche la possibilità di scaricare un brano sample gratis per diversi album, anche a qualità HD.  La risoluzione va da 20/44.1 sino 24/96 in base alla tecnica di registrazione, la maggior parte è produzione recente a 24/96. Il sito della casa discografica inglese specializzata nella musica classica presenta la lodevole iniziativa così:

An ever-increasing number of our albums offer Studio Master FLAC & ALAC files. These are 24-bit (or 20-bit in the case of some older recordings) and at whatever sampling frequency (44.1 kHz, 48 kHz, 88.2 kHz or 96 kHz) was used by the recording engineer at the time of recording (hence 'Studio Master'). These files are anything up to five times the size of their 16-bit 44.1 kHz equivalents and are more expensive. You should check the documentation of your playback equipment for compatibility with higher bit-rates and frequencies; most of our newest albums offer sample tracks for you to download and test free of charge.


Nel dorato mondo della classica si conferma quindi che la musica liquida e l'alta definizione sono già una alternativa reale a disposizione degli appassionati, senza che per questo debbano abbandonare per forza il tradizionale CD, in questo caso non con una proposta di nicchia, considerando la vastità e l'interesse del catalogo Hyperion. Vediamo velocemente alcune caratteristiche di questa nuova sezione e un aggiornamento generale sul sito, uno dei migliori in assoluto nel settore.

Codifica
Come nel resto del sito della casa britannica è possibile scegliere per la codifica tra il formato FLAC, comoda e preferibile per chi usa Foobar2000 o J.Media River come media player, e in generale più universale, e il formato ALAC di Apple per chi preferisce iTunes. La selezione è in alto a destra e in base ad essa vengono visualizzati i pulsanti di download diversi. Che per facilitare la scelta "switchano" anche loro tra i due colori adottati (verde per ALAC e blu per FLAC). I prezzi per il download sono i medesimi.

Prezzi
Sono variabili in base alla durata degli album e vanno da 7.45 sterline (poco più di 9 € al momento) per album in offerta intorno ai 60 minuti a 12 £ (quasi 15 €) per album tra i 70 e gli 80 minuti, e ancora più per i "doppi" da 125' e oltre. Prezzi competitivi rispetto a quelli di HDtracks e allineati a quelli di eClassical. Selezionando un album si possono anche scegliere singoli brani o movimenti di una sonata, altro vantaggio rispetto a HDtracks dove spesso per l'HD è possibile solo l'acquisto dell'intero album.


Sample
Come si vede nella videata di esempio in molte registrazioni recenti (questa è di dicembre 2011) è presente una traccia esemplificativa del lavoro, che si può acquistare e scaricare, al prezzo di zero sterline (you have nothing to pay è il messaggio prima del checkout), anche in qualità HD. Una scelta molto simpatica che secondo me invoglia l'appassionato a sperimentare e magari scoprire nuove cose nel vasto mondo della classica. Una soluzione a mio avviso migliore di quella scelta da Deutsche Grammophone, che offre il pre ascolto dell'intero album, ma in bassa qualità (90kbps) e pagando, anche se con un costo molto contenuto.


Download
Per completare il test di aggiornamento sul sito Hyperion ho proceduto nell'acquisto di un album, dopo aver scaricato alcuni sample gratuiti, anche per verificare l'efficacia del download. La scelta è caduta, tra le molte interessanti novità, su un album con musiche per violoncello e orchestra ispirate alla tradizione ebraica, dei compositori Bloch e Bruck, in risoluzione 24/96 e formato ALAC; perché il test questa volta l'ho fatto su un Mac, Un album che è anche incluso tra le offerte di Natale a 7.45£ in HD. Il checkout è molto semplice, per il pagamento l'unica cosa da notare è che non è incluso tra i sistemi accettati il popolare PayPal. Bisogna quindi usare la carta di credito che si usa per gli acquisti su Internet (e sulla quale consiglio sempre di attivare la notifica via SMS con soglia bassa).


Il download standard richiede la installazione di una applicazione ad hoc, Adobe Air, e quindi non è il massimo della comodità. E' possibile però in alternativa anche il download via browser, come per eClassical.  Tutto avviene comunque con grande facilità e gli stessi contenuti acquistati rimangono a disposizione per essere scaricati da PC diversi in tempi successivi.


Offerte speciali
Come iscritto al sito mi è arrivata oggi una email che elencava una serie di offerte speciali per le festività natalizie, con prezzi anche inferiori alle 6 sterline (per HD). L'aspetto economico, di una certa attualità ultimamente, è in evidenza anche nella pagina iniziale, che consente di cercare gli album con prezzo inferiore alle 6 o alle 4,5 sterline. Da aggiungere infine che il sito consente anche di acquistare i CD fisici via posta, con prezzo escluso spedizione di solito sotto le 10 sterline.


Altre simpatiche caratteristiche
Hyperion fornisce anche i dettagli di ogni registrazioni, luogo di registrazione, ingegnere del suono, produttore, oltre che risoluzione utilizzata (quella della copia in qualità "studio master" e inserisce perfino nei CD qualcosa che sarebbe previsto e possibile sin dai primordi, dallo standard Red Book ma che, per motivi misteriosi, le major e le altre case non hanno inserito quasi mai sui CD prodotti, il mitico CD text, quello che compare sul display del lettore.

Recording details: September 2011
City Halls, Candleriggs, Glasgow, United Kingdom
Produced by Simon Kiln
Engineered by Arne Akselberg
Release date: August 2012
Total duration: 61 minutes 29 seconds

Almost all newly manufactured Hyperion CDs (new releases and back catalogue) include CD-TEXT which can be read by many computer-based CD players as well as some of the more advanced free-standing players. Data is formatted as illustrated above.

E le major?
Sempre ferme allo stesso punto. Diffidenti verso gli utenti Internet anche nel mondo della classica. Ecco ad esempio una email promozionale di Ariama (della Sony) e che cosa viene risposto al potenziale cliente italiano interessato all'acquisto. Le major nel frattempo sono rimaste in tre, si estingueranno pur di non cambiare idea sull'utilizzo della rete o si fermeranno prima del precipizio (il cliff he ultimamente va così di moda)?



0 commenti:

Posta un commento